TAG: The blogger made me buy it

Ancora prima di leggere le risposte di Chiara (seguendo la traduzione italiana di Laura) ho capito che questo tag sfondava una porta aperta: quella del mio bagno!

(immagine a puro scopo dimostrativo – potrebbe non essere il mio vero bagno.)

1) Quali sono le tue beauty blogger più influenti? Quali sono quelli di cui ti fidi ciecamente riguardo le reviews?
Sicuramente una A+ di Temptalia mi fa drizzare le antenne, ma mi fido molto di persone con caratteristiche simili alle mie o di quelle con cui sto avendo modo di approfondire la conoscenza al di là del post in sè per sè. Per fortuna o purtroppo.

2) Compri un prodotto esclusivamente a seguito di una review delle tue beauty blogger preferite oppure vai alla ricerca di review di altri?
Dipende. Più saliamo di costo più pareri voglio… ma ho avuto le dovute eccezioni, come il Pure Focus Fluid di Lancome consigliato da Mary e che ricomprerò ogni volta che avrò l’occasione!

3) Qual e il prodotto preferito fra tutti che hai comprato grazie ai beauty blog?
I long lasting stick eyeshadow di Kiko o la Clarisonic Mia 2? Impossibile scegliere.

4) Qual è l’ultimo prodotto preferito che hai acquistato grazie ai beauty blog?
Quintalate di shampoo secco Batiste, su Maquillalia.

5) Nomina 5 prodotti che hai acquistato di recente grazie ai beauty blog
La matita per sopracciglia della Kalinka Beauty (grazie Jess!), il Setting Brush di Real Techniques, gli Stay Matt di Essence (che stanno uscendo di produzione, sigh), maschere Montagne Jeunesse come se non ci fosse un domani e… se solo mi decidessi sul colore avrei già preso Les Beiges di Chanel!

6) Hai mai ceduto a qualche prodotto esageratamente pubblicizzato dai vari beauty blog? Se si quale?
Non sopporto l’hype che si è creato intorno al rossetto Rebel di MAC, ma quando hanno iniziato a circolare incessantemente voci su un presunto dupe (Kiko Smart Lipstick 914) nel periodo in cui era in saldo a 2,50€ mi sono detta “perchè no?”.

7) Hai mai evitato qualche prodotto esageratamente pubblicizzato dai vari beauty blog? Se si quale?
Una pasticciona come la sottoscritta non dovrebbe avvicinarsi a tutti quei prodotti chiamati amichevolmente erbette (sia coloranti che curative come amla, shikakai e simili): l’unica volta che ho fatto una “pappetta” sembrava che ci fosse stata un’alluvione nel mio bagno, pozze di fango incluse.

8) Tutto quello che compri è a seguito di review oppure ci sono dei prodotti che acquisti senza leggere recensioni?
Il mio lui sfotte dicendo che sono un “consumatore informato”, sarà che se compro ad occhi chiusi sono più le fregature degli affari?

9) Qual è l’acquisto più sbagliato che hai fatto a seguito di una review di un beauty blog?
Le tinte labbra a pennarello, e ne ho provate di marche diverse: o non so usarle io o non fanno al caso mio.

10) In quanto consumatrice, quali informazioni non devono mai mancare in una review di un beauty blog?
Ciò che le foto possono provare in minima parte, in particolar modo mi interessa la resa. Poco importa se una crema è confortevole o se un ombretto è bellissimo, se dopo 10 minuti resta solo un lontano ricordo non vale la spesa.

Nomino un paio delle mie tentatrici…

…ben cosciente che questo TAG rimpolperà mooolte wishlist!

TAG: Shine On Award

Altro giro, altra spadellata di… ehm, altro tag! Franci passa la palla e chi sono io per tirarmi indietro?

Le regole?

– Inserire il logo dell’Award sul front del post;

– Riportare il nome del blog che ti ha nominato all’inizio del post;

– Indicare 7 cose su noi stessi;

– Nominare 15 bloggers per questo premio e riportare il link del loro blog;

– Notificare a questi blogger la nomination.

Bene bene bene…

  1. A 3 anni sono letteralmente rotolata giù dalle scale e i medici del pronto soccorso chiesero ai miei genitori di scegliere: sopracciglio “storto” a vita a causa della sutura o cicatrice nel bel mezzo della peluria. Con conseguente crisi di panico da parte della mia estetista, optarono per la seconda ipotesi.
  2. 9 volte su 10 cammino scalza per casa. Poco importa il periodo dell’anno o il pavimento di turno, mia madre dopo anni e anni non riesce ancora a farsene una ragione e dissemina il mondo di pattine nella speranza che io un giorno mi redima.
  3. Adoro cantare e dicono che me la cavi bene, ma guai se qualcuno prova ad ascoltarmi.
  4. Ho una sorella che per differenza di età (18 anni) potrebbe essere mia madre.
  5. Per una ragione o per l’altra con gli anni sto visitando mezza Europa… in automobile. Il viaggio più massacrante? Torino-Coventry (UK) lo scorso settembre, rigorosamente in giornata, per un totale di 1424Km.
  6. Non sono una nativa digitale, ma quasi; il primo accesso ad Internet da casa l’ho effettuato nel lontanissimo (!) 1998.
  7. Ho una buona memoria, ma solo sulle cose frivole. Per quelle serie ricordo il concetto ma non i dettagli.

Avendo festeggiato ieri sera i 20 follower su Bloglovin’ (GRAZIE!!!) forse è meglio non infierire taggando altre 15 persone, ma la partecipazione resta aperta a tutti! 😉

Gaute da suta (PSP per piemontesi) #3

Post carico di silenti lamentele da assenza di luce da settimane e contenuto splatter, tanto per avvertire.

Credevo che dicembre fosse un mese “povero” e invece il cestino era pieno comunque; anche troppo visto che un prodotto è caduto trascinando tutto rovinosamente a terra con spargimenti di sangue (letterali) e macchie in tutti i luoghi in tutti i laghi. Svuotiamolo e incerottiamo le dita infortunate!

(belli) capelli:

Fairy Hair Maschera Rigenerante all’Olio di Cocco (prezzo non pervenuto ma sicuramente basso): ceduto da un’amica, nessun beneficio diede a lei e nessuno diede a me. Districa qualche nodo e nemmeno tutti, lasciando i capelli un po’ appesantiti. Nel momento in cui l’ho finita per disperazione mi è stato regalato un barattolo ancora più grande di un altro brand. Staremo a vedere!

Bottega Verde Balsamo Crema Anti-Age (1€ la minitaglia da 50ml): questa linea è uscita di produzione, per quanto le commesse abbiano tentato di spacciarmi la “nuova” linea all’Argan come sua discendente… tutte balle. Finisco questo balsamo con una lacrimuccia visto che non si trova più nemmeno in outlet.

Nivea Diamond Volume Shampoo (prezzo inferiore all’euro): un collega che fa la spola Torino-Berlino ha fatto l’errore di chiedermi se desiderassi qualcosa, e mi sono ritrovata sommersa da una quindicina di minitaglie per cui non smetterò mai di ringraziarlo. Questo shampoo non è male, ma la sensazione di pulito non supera le 36 ore sui miei capelli grassocci.

Korres Shampoo Aloe & Soapworth (12,75€): minitaglia trovata nella penultima Glossybox, ho come il sentore che sia uscito di produzione visto che sul sito ufficiale non ne vedo traccia. Poco male.

Skincare (e un pizzico di bodycare):

Nivea Invisible Black&White (2€ circa): non mi dispiace e fa quel che promette. Se dovessi trovarlo in giro non esiterò a ricomprarlo.

Caudalie Eau Demaquillante (9,20€): facente parte di un kit da 5 prodottini comprato in una farmacia di Marsiglia a pochi euro, strucca ma non basta da sola come le acque micellari vorrebbero promettere. Se si prosegue con detergente e tonico allora tutt’altra storia.

Kit Clarins Eclat du Jour (14€): preso da Limoni a inizio dicembre, aperto e smaltito immediatamente. Nel complesso i prodotti (crema da giorno, detergente e tonico) mi sono piaciuti, tenendo presente che bruciacchiano se dovessero finire negli occhi. Da ricomprare il prossimo Natale!

Biotherm Aquasource Deep Serum (40€ su pinalli.it): trovato a maggio su Grazia ad 1,50€, non-fa-nulla. Come mettere acqua… se non altro è coerente con la linea del brand!

L’Occitane Essence Sublime (45€): se becco il tizio che prepara il packaging delle minitaglie dei sieri L’Occitane, lo stiro con l’auto. Una spatolina da infilare in un botticino col collo ristretto significa tenere il contenitore a testa in giù e sperare ogni mattina/sera che si riesca a prelevare qualcosa. Considerato che due sieri L’Occitane su due non mi sono piaciuti, questa notte dovrei riuscire a dormire.

Shiseido Bio Performance Super Corrective Serum (77,50€ da Sephora): e di nuovo Shiseido conquista il mio cuore. Ora devo solo trovare un anziano marito che mi presti senza fare domande la sua carta di credito! Il prodotto è “compatto” e la pelle è subito liscia, morbida e luminosa.

Essence MySkin Crema Effetto Matt (2,49€): campioncino gentilmente offerto da una mia amica. Che dire? Non mi ha convinto rispetto alla versione in tubetto della Pure Skin.

Athena’s Erboristica Balsamo Labbra al Burro di Pesca (5€): regalo di un’amica, non idrata come vorrei e soprattutto è ruvido!!! Per fortuna le scorte di prodotti labbra da provare non mi mancano.

Bottega Verde Crema Viso Miele e Olio di Jojoba (19,99€): ho ricevuto questa minitaglia in un vecchio ordine BV e non pensavo fosse adatta per la mia pelle. Quando l’ho provata e terminata trovandomi ottimamente mi sono resa conto che il prodotto è uscito di produzione, e se qualcuno trovasse il corrispettivo a livello di INCI sarebbe bellissimo perchè io non ci sono riuscita.

Dischetti levatrucco Cotonet (0,70€ circa): ho finito una confezione da SEI di questi dischetti da settembre a dicembre. Li ho trovati alla Metro ma è qualche settimana che lo scaffale è vuoto, se qualcuno li avesse trovati altrove me lo dica perchè mi ci trovo benissimo. Non si sfaldano e sono delicati sulla pelle, ad un prezzo irrisorio!

Make-up:

Pupa Active Light (prezzo consigliato 19,10€): ceduto da un’amica che dopo pochi usi lo aveva bocciato, l’ho terminato in qualche mese. Essendo molto liquido l’ho sempre steso con le mani senza provare altro e mi sono trovata molto bene. Incarnato uniforme e non lucido, niente sfoghi, tenuta buona considerato che ho la pelle mista/grassa e sono in un periodo in cui non ho voglia di mettere la cipria. Un solo difetto: l’unica volta che mi è scivolato (cioè quando l’ho messo via in quanto terminato) si è frantumato in mille pezzi come si può vedere dalla foto. Credo che gli eredi per almeno tre generazioni si ritroveranno schegge di vetro nei piedi.

Smashbox Photo Finish Lid Primer (19,16€): sarà che ho sempre usato prodotti low cost, ma ho trovato questa minitaglia di primer occhi strepitosa. Per i braccini corti c’è questo kit stupendo con due primer, matita nera, mascara e gloss a 20€, e a questo punto non posso che consigliarlo.

Rimmel Scandaleyes Lycra Flex Mascara (10,95€ su douglas.it): scovolino grosso e resa così così. Ha iniziato a collaborare al settimo mese di utilizzo per poi finire. Ho provato di meglio a prezzi più contenuti, Essence I Love Extreme per dirne uno. Questo lo avevo preso con una promozione di Limoni che offriva 4 prodotti a scelta a 20€ (un rossetto Apocalips, un mascara a scelta tra due versioni, uno smalto Lycra Salon Pro e un matitone Scandaleyes).

E ora vado a sbirciare i terminati altrui… (ahimè) sempre una fonte di nuovi elementi per la mia wishlist! 🙂