Gaute da suta (PSP per piemontesi Extended Edition) #10 – Prima parte: make-up, capelli, corpo, solari

Sono una brutta persona e nonostante sia stata ferma per mesi coi post ho conservato fedelmente i prodotti terminati di luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre. Sepolta in casa PSP edition, con buona pace di quei vuoti che sono scappati di casa a mia insaputa! Per leggere questo post sono necessari generi di conforto come popcorn e orsetti gommosi, nonché liquidi in abbondanza.

PSP luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre

Per essere una che in estate riduce al minimo i prodotti per la base, non si direbbe! Ma veniamo alla roba smaltita di make-up:

  • Bourjois 123 Perfect Foundation 53 light beige (15.70€ su Asos): il fatto che io sia alla seconda confezione terminata in questo 2014 la dice lunga su questo prodotto. Ottimo per tutti i giorni, con un primer viso diventa IL fondo da guerra!
  • Bourjois 123 Perfect CC Cream 32 light beige (14.70€ su Asos): ci ho messo un po’ a farci amicizia, forse perché l’ho paragonata troppo al fondotinta della stessa serie. La coprenza è modulabile e necessita di un filo di cipria in più, quindi probabilmente va bene anche per pelli meno seborroiche rispetto alla mia. Entrambi i prodotti valgono la pena sfruttando gli sconti di Asos o quelli dei drugstore del Regno Unito (o dell’e-commerce di Boots!).
  • Kiko Sunproof Powder Foundation 200 light (13.90€): si è fatto un po’ attendere ma verso fine luglio è finito in saldo e nelle mie grinfie. Come ogni anno è il prodotto dell’estate, e per l’autunno si lascia smaltire riciclato come cipria con un pennello a bassa coprenza come il mio finto Yachiyo brush.
  • Erborian CC Crème HD (14.90 per 15ml su Sephora.it): ottimo compagno estivo, coprenza medio-bassa e rigorosamente da stendere con le mani.
  • Kiko Cipria Cotta Correttiva (14.90€): questa cipria cotta mi ha piacevolmente sorpreso. Un prodotto che ricomprerei e che per somma gioia è in linea permanente. Fissa il trucco e minimizza la lucidità per un sacco di ore!
  • Rimmel Scandal’eyes Volumeflash Mascara (9.99€ su Asos): sia questo col tappo arancione che quello col tappo verde non mi sono piaciuti, ma probabilmente è un problema mio che mi aspetto che un mascara incurvi e SI VEDA. L’ho preso in un kit con matita nera e trio di ombretti e se tornassi indietro non lo ricomprerei.
  • Rougj Mascara EV Extra Volume (2.99€): ciclicamente questo mascara è trovabile in offerta in farmacia a meno di 3€ anziché i suoi 10 di listino. Soldi BEN spesi; sembra il cugino dell’I Love Extreme packaging nero ma con lo scovolino leggermente più piccolo a portata di impedita come la sottoscritta. Penso sia il primo mascara terminato prima del PAO.
  • Lancome Hypnôse Star (full size: 29.90€ su Sephora.it): quando uscirono le minutaglie da 2ml su Grazia ad 1.50€ ne feci scorta per le amiche e per le generazioni a seguire della mia stirpe. Lo AMO e di tanto in tanto tiro fuori una di queste meraviglie per quando voglio sentirmi un po’ diva. Incurva, volumizza, allunga e se glielo chiedessi mi porterebbe anche la colazione a letto ma mi illudo sempre che ci pensi la dolce metà… poi mi sveglio 😉
  • Essence (L.E. Guerilla Gardening) Eyebrow Mascara 01 Garden Girls (2.49€): signor Cosnova, potrebbe mettere questo prodotto in permanente e non ne parliamo più? Mette colore dove serve, mette in piega in eterno e l’applicatore mi fa fare pochi danni. Grazie.
  • Neve Cosmetics Nascondino Concealer credo 02 medium (8,90€): ho trovato questo correttore in una box UDV e mi ha aiutato a coprire qualche magagna per qualche mese. Trovo che il suo rapporto prezzo/quantità sia indecente visto che parliamo di 1 grammo e mezzo di prodotto ma soprattutto la sua tenuta è ridicola. Ok per coprire le disgrazie, ma troppo cremoso per qualsiasi altra cosa. E infatti dopo poche ore anche nascondino si era bello che nascosto.
  • Neve Cosmetics Bronzer California, Chocoholic e Blush Passion Fruit (4.20€ cialde singole o nella palette Blushissimi a 26.80€): sto arando questa palette ad una velocità impressionante. I bronzer mi hanno lasciato un po’ perplessa, Passion Fruit lo ricomprerei seduta stante: bel colore, scrivente, duraturo.

Il fronte capelli è stato un susseguirsi di vecchie scorte, di campioni e di nuove scoperte:

  • Shampoo secchi Batiste XXL Volume 150ml (4.75€ su Maquillalia)/Blush 50ml (3.30€ su Maquillalia), Ultradolce Garnier Vaniglia (3€ in un supermercato francese a caso, credo Auchan) e So…? Faboulous 50ml (facente parte di un kit da 4 shampoo a pochi euro, acquistabile da Superdrug in UK o Di in Belgio): gira che ti rigira torno sempre a Batiste. No, non saccheggiatemi Maquillalia sotto Black Friday/Cyber Monday che voglio prenderne ancora un po’.
  • Bio Kroll Contracolor (8.90€ su ilgiardinodiarianna.com): per me è NO, e col fatto che fosse una confezione da 300ml me l’ha fatto odiare ogni volta di più. I miei capelli grassi non li pulisce in nessuna maniera.
  • Vitalcare Luxury Argan Shampoo (3.89€ per 500ml su smollshoponline.com): questa minitaglia da 100ml era in omaggio su Starbene quest’estate. Contiene sangue del diavolo e olio di argan in quantità interessanti, e ai miei capelli è persino piaciuto. Non lo ricomprerei perché si può trovare di meglio come formula e come ingredienti.
  • Lavera Basis Sensitiv Bagnodoccia (3.49€): elenco ingredienti quasi immacolato, difetto che posso perdonargli perché è il miglior prodotto corpo/capelli mai provato. Unica pecca il packaging, che mi ha inondato la valigia di prezioso prodotto. Ottimo per i viaggi ma travasato!
  • Pantene Aqualight Shampoo/Balsamo (3.79€ entrambi): ricevuti dal Club Dei Desideri in una scatola di prodotti misti del gruppo P&G, non sono male ma ho preferito la linea Protezione Giovinezza.
  • Pantene Protezione Giovinezza Balsamo (3.79€): vedi sopra. Ne basta una goccia, i capelli si snodano e restano leggeri ad oltranza.
  • Alverde Sensitiv-Spülung Birke Salbei (2.49€): questo balsamo alla salvia e betulla è orribile a partire dall’odore di rancido fin dal primo giorno. Indubbiamente il suo cugino della linea lucidante è mille volte meglio!
  • Biofficina Toscana Balsamo Concentrato Attivo (11.89€ su ecco-verde.it): ho acquisto questo prodotto da Eataly Torino Lingotto che ancora non conoscevo il brand ed è stato amore. Ottima la profumazione, leggero sui capelli e il risultato è da “sei stata dal parrucchiere?”, cosa che finora ho mai ottenuto solo coi prodotti Biopoint per capelli misti/grassi. Spero che UDV ascolti le mie preghiere e me lo faccia arrivare in qualche box, o potrei accontentarmi del nuovo arrivato in versione Volumizzante!
  • Head&Shoulders Lisci e Setosi (3.49€): ho ricevuto qualche minitaglia da 75ml da Jess che è stata selezionata dal Club Dei Desideri per testare il prodotto. L’ho messo nel borsone della piscina e dico solo che non mi serve neanche il balsamo.
  • La Saponaria Shampoo Salvia e Limone (8€): ho ricevuto 2 campioncini dalla santa donna di Cosmeticiecobio.it col mio primo ordine. Maledetta pusher, adesso DEVO riprovarlo perché quell’effetto vaporoso dalla testa dopo una giornata di mare non me lo scorderò mai più.

Siccome sono una persona pulita anche il mio box doccia (e zone limitrofe) è stato razziato:

  • Klorane Gel Doccia Emolliente Giardino Acquatico (prezzo di listino 9€): preso in un cestone di offerte in una parafarmacia di Briançon a 3€, avrei dovuto prenderne 20 confezioni. Ha un profumo di melone delizioso e lascia la pelle morbidissima. Il candidato ideale per il regalo natalizio di effetto ma non banale quanto un tesori d’Oriente a 99 centesimi.
  • Bjobj Bagno Doccia Ylang Ylang (7.30€ su sanecovit.it): sulla confezione ci sarà anche scritto “agitare prima dell’uso” e che può essere usato anche sotto la doccia ma NO. Davvero davvero davvero NO. Troppo liquido! All’interno della confezione c’era una monodose di crema corpo elasticizzante della linea “acqua di mare” che mi ha lasciato indifferente.
  • Tesori D’Oriente Doccia Crema Fior di Loto e Latte D’Acacia (pochi euro, giuro): preso quest’estate con Donna Moderna ad 1.50€. Gradevole, lascia la pelle morbida ma sarebbe bello se il profumo persistesse sulla pelle almeno il tempo di uscire dalla doccia.
  • La sfida degli oli doccia: L’Occitane vs Yves Rocher. Il primo parte dai 6€ per 75ml, il secondo chiede 9.95 per 200ml ma è spesso in promozione. Il primo arricchito con olio di mandorle, il secondo con olio di argan. Il primo è MOLTO denso, il secondo un po’ meno. Entrambi partono con una consistenza oleosa/grassa per sciogliersi subito sulla pelle lasciandola idratata e profumata e ne basta una doccia per tutto il corpo, quindi a ciascuno il suo e non parliamone più. Io ho preferito quello L’Occitane perché preferisco la sua consistenza e la mia carta di credito mi ha tolto l’amicizia per l’ennesima volta.
  • FA Shower+Lotion Pomegranate (2.79€ nei peggiori dragatore di mezza Europa): di lotion nemmeno l’ombra. Per fortuna era solo una minutaglia da 50ml presa da Di, famosa catena a basso costo presente in Belgio.
  • Nivea Invisible for Black&White (2.99€): poco da fare, se trovo in giro delle minitaglie finiscono inesorabilmente nel mio carrello. Perché sei così valido e così cozzone, perché?
  • Nivea Talc Sensation Spray (3.25€): ho preso questo prodotto appena uscito al mio primo giro da Tigotà. Forse dovevo diffidare del fatto che sia a base di talco, ma sta di fatto che lascia scie bianche cremose OVUNQUE. Evviva.
  • Mantovani NaturActiv Fresco (2.57€): primo esperimento di deodorante spray senza alluminio… non mi convince, mi sembra di spruzzarmi il niente addosso e per avere un risultato decente devo metterne una quintalata. Credo proseguirò la ricerca visto che con lo stick di allume di rocca ho un pessimo rapporto.

I solari utilizzati sono stati pochi ma buoni (per 3 settimane di ferie a spizzichi e bocconi, di cui almeno 5 giorni di pioggia), e quindi ve li menziono in caso siate lì lì per partire per l’emisfero sud o zone limitrofe:

  • Leocrema Latte Solare idratante all’Olio di Argan protezione 30 (9,90€): profumo gradevole, si asciuga in un lampo e ha consentito alla mia pelle cadaverica di abbronzarsi senza spellarsi mai (evento più unico che raro).
  • Cien Sun Crema solare per bambini protezione 50 (3.99€): protegge ma fa da scudo umano. Ottima per chi non vuole prendere un filo di colore nemmeno per sbaglio.
  • BARIÉSUN Spray Enfants SPF50+ (in kit con t-shirt UV taglia 3/4 anni a 13.20€): la versione per bambini della Leocrema. Facile da mettere e ci siamo tenuti lontani le scottature anche per quest’anno. Sante subìto le parafarmacie francesi che mi fanno fare di queste piacevoli scoperte!

La seconda parte la prossima settimana: una ecatombe di prodotti di skincare!

PROMO: Se potessi avere 7 euro da OVS

Son bravi tutti a dilapidare 1€ o 20€ da OVS, un po’ meno a stare in una cifra esatta. Per lo più è colpa dei prodotti che sono sempre in vendita a x.99 o y.49, quindi ci si ritrova sempre a pochi centesimi dalla cifra tonda.

Vodafone ha deciso che per ogni ricarica di novembre da almeno 10€ è possibile ricevere un buono da 7€ spendibile per intero nella catena tentatrice, due nel caso di ricarica online ma sempre spendibili su uno scontrino alla volta e sempre entro il prossimo 31/12. Così un giovedì sera mi sono ritrovata un po’ brilla dopo uno spritz con Jess e Franci, ognuna con un buono in borsa.

Ho girato e rigirato tra gli stand cercando l’ispirazione, ma è stato veramente difficile scegliere visto che sono una spendacciona senza ritegno cliente abituale.

Fingendo di non possedere niente e di avere 21 mani e 6 facce da truccare 3 volte al giorno per settimane di 12 giorni prenderei dall’espositore Essence tutte le matite gel (2,89€) e quintali di cipria translucida (3,99€), da quello Catrice il mascara Lashes to Kill nella versione con le fibrette (4,90€), da quello NYC i matitoni labbra (3,99€) e da quello Wet’n’Wild la leggendaria palette Comfort Zone (6,49€) e uno a caso dei loro rossetti Megalast (2,99€). Complice la fortuna (per il mio conto in banca) di non essere ancora incappata negli ultimi brand arrivati in suolo italico (ma so già che sono lì ad aspettarmi a pochi minuti da casa/lavoro) e la realizzazione di avere già abbastanza cose belle nel mio arsenale, dopo un’estenuante lotta al colore ho scelto di portare a casa due gioiellini di cui uno in senso più letterale dell’altro.

La prima scelta è ricaduta su una delle nuove matite metallizzate di Essence, nella colorazione 06 Robo-Cop per la gioia delle geek e nate negli anni ’80 come la sottoscritta. Considerato che l’80% delle mie matite sono in gradazioni diverse di verde e blu e che le viola e oro già a casa mi basteranno per secoli, mi sono buttata sul grigio scuro ma brillante. Natale si avvicina e ogni giorno che passa cadono fiocchi di glitter anziché di neve, di questi tempi in cui il surriscaldamento globale va così di moda come capro espiatorio.

Dopo essermi fatta tentare ancora dai rossetti long lasting e dagli smalti Essence, un paio di orecchini mi ha rapito il cuore. In un periodo in cui ho voglia di pendenti ma anche di conservare intatto il mio lavoro d’ufficio, mi sono imbattuta in queste perle di media grandezza incastonate su due segmenti circolari (prendetevela con Wikipedia) in wannabe-acciaio che fanno una splendida accoppiata con quel che ha scelto Franci.

Sono andata alla cassa col migliore dei miei sorrisi e il commesso mi inquadra subito: “Cliente Vodafone?”. Come se non ci fossimo mai visti qui dentro, eh. Morale della favola: 2,49€ la matita e 4,99€ gli orecchini. Una volta tanto sono riuscita a sforare il budget di soli 48 centesimi anziché i soliti non meglio precisati EURO.

Tra pochi giorni inizia l’avvento… quest’anno non mi sono fatta trovare impreparata! Stay tuned 😉

TAG: 15 prodotti che uso tutti i giorni

<Post scritto in ginocchio sui ceci col capo cosparso di cenere. I’m back!>

In principio fu su Youtube (credo la prima volta di averlo sentito nominare in questo video di Saimonlovesmakeup), poi il TAG fu acchiappato da Barbara ed Elena e allora… eccoci!

Ammetto che lì per lì credevo che fosse impossibile utilizzare 15 prodotti ogni giorno. Poi mi sono resa conto che ho dovuto escludere dalla conta quei prodotti che utilizzo QUASI ogni giorno e sono rimasta impressionata dal risultato. La vista d’insieme sembra molto da talebana dell’ecobio ma in realtà penso che la bio box UDV (a cui sono abbonata da quasi 9 mesi) influenzi pesantemente le mie scelte… finora con poche cantonate!

Andiamo in ordine cronologico stile giornata tipo?

  1. La mattina è la testina per pori dilatati del mio fidato Clarisonic a darmi il buongiorno. Non ho ancora trovato il detergente della vita ma la mousse Avril alla rosa damascena (9,19€) è come immergersi in una nuvola di panna, senza stucchevolezza alcuna però.
  2. Il tonico è il mio migliore amico, meglio ancora se vaporizzato (ho finito gli erogatori, o li ho prestati tutti, o sono andati a nascondersi). Al momento il tonico alle due rose Naturaequa (10,70€) è una mano santa, anche se in zona perioculare è meno delicato dei suoi predecessori.
  3. Siccome sono molto pigra, una volta inserito un prodotto in routine cerco di non farlo più uscire. Il contorno occhi del periodo è il roll-on Biovera (9€) la cui rotellina trovo più sopportabile dei corrispettivi in metallo, se non fosse che devo stare più attenta che sia ben impregnata di prodotto onde evitare di lasciarci giù una borsa.
  4. Credo di aver scoperto il mio Santo Graal sul fronte skincare: l’aloe vera piace un sacco alla mia pelle grassoccia, ma solo in dosi massicce. Quest’estate sono riuscita a prendere con Starbene la crema giorno Specchiasol linea Verattiva (28€ 1,50€). Il suo unico difetto è che nella versione originale è in barattolo, mentre sul giornale uscì in un comodissimo tubetto!
  5. Coi deodoranti sono molto difficile, ma tutto questo bio intorno mi ha fatto venire voglia di trovare l’impossibile: un prodotto efficace con poche schifezze dentro. Dopo aver letto il post di Serena Venditti sui deodoranti da supermercato accettabili, la mia scelta è ricaduta sul NaturActiv 24h fresco Mantovani. Non c’è male, ma la caccia per il sostituto del mio amato Nivea Invisible for Black&White è aperta.
  6. Ho trovato un modo di ricordarmi ogni giorno una goccia di profumo: il vaporizzatore universale Sephora (10,90€) può contenere 55 spruzzi ed è più piccolo del mio indice. Mai campioncino è stato più gradito! La commessa me lo riempì con La Petite Robe Noire Couture (amo la versione “classica”), ora c’è quel che resta di un profumo che voglio sterminare e prima o poi vorrei metterci un po’ di Black Opium di YSL per cui recentemente ho preso una cotta causa promoter gentilissimo e cordiale. Giuro, la cotta l’ho presa per Black Opium.
  7. A seconda delle esigenze del giorno scelgo la base, ma da quando è andato via quel velo di abbronzatura color latte macchiato prendo ad occhi chiusi dallo scaffale la BB Cream “classica” So’Bio étic (13,20€). Copre, è quasi opaca e una volta tanto non devo prendere il colore più chiaro dell’assortimento. Mi piacerebbe provare quella Benecos di cui ho sentito parlare molto bene, spero che Babbo Natale mi stia leggendo o gli buco le gomme del SUV che si è appena comprato perchè le renne volevano il clima bi-zona.
  8. Da anni sono votata alle ciprie translucide, ma quella compatta Benecos (4,99€) nonostante sia colorata non altera l’incarnato e dura un’eternità durante il giorno. Perchè non ci siamo incontrate prima?
  9. Scoperte dell’acqua calda, capitolo 1000: una spruzzata di acqua termale fissa il trucco, toglie l’effetto gesso dalla faccia, riporta in vita nelle giornate di calura e può sostituire il tonico in caso di emergenza. Non aggiungo altro e dico solo che ne tengo una grossa in bagno e una piccola in borsa. Al momento la mia Avène sta tirando gli ultimi sospiri e ringraziamo, perchè il suo erogatore non è dei migliori in dirittura d’arrivo.
  10. Le mie sopracciglia sono importanti (nonostante pinzetta, ceretta, esorcista) e la mia mano troppo pesante. Ho smesso di provarci con le matite (tranne in rare occasioni) da quando ho scoperto i mascara colorati. Sono ancora in lutto per aver terminato quello della LE “Guerrilla Gardening” di Essence, per cui il Maybelline Eyestudio Brow Drama (7€ circa) è ancora un buon trombamico di cui cerco ancora di capire il senso della forma del suo arnese scovolino. Però fa il suo sporco lavoro e mi lascia in piega le sopracciglia ad oltranza, quindi cerco di consumarlo prima possibile che il prossimo candidato è già sulla porta.
  11. C’è stato un tempo in cui non mettevo un mascara, perchè non notavo la differenza con le ciglia nude. Poi ho capito che volevo quello che i pubblicitari chiamano look “drammatico”, anche se trovo più “drammatico” l’aspetto delle mie ciglia al naturale: scure ma non troppo, lunghe ma non troppo, dritte e fini. Mi ci manca solo che siano grasse e sarebbero davvero spudorate ai miei capelli. Così tutti i mascara che promettono ciglia finte o con un po’ di fibre sono miei. Per fortuna ho recuperato un migliaio di minitaglie di Hypnose Star Lancome (31€), oltre ad aver comprato (e finito) una full size la settimana stessa del lancio. E mi guardo intorno sfidando la concorrenza in cerca di un prodotto migliore, o che non mi richieda donazioni di sangue ogni volta che vado alla cassa.
  12. Ho più rossetti che soldi in borsa, ma il rossetto la mattina resta sempre a casa e lo voglio confortevole quanto duraturo (la fetta di c… la prendo a parte, grazie). Da quando ho scoperto i Pupa I’m coi coupon, il 408 lo metto quasi ogni mattina (e si sta assottigliando a vista d’occhio in 6 mesi!). Se non lo alterno con lo 001 della Paris Experience (12,90€). Entrambi superano la colazione e il pranzo, nonostante siano un rosa antico ciliegioso e uno tendente al prugna. E sulle mie labbra cadaveriche riescono pure a spiccare senza esagerare! Da quando li indosso non mi serve più il burro cacao H24.
  13. Posso avere un velo di ombretto minerale o una colata di mastice addosso, ma la lozione micellare Avril (9€) si porta via tutto senza dar fastidio e lasciando un gradevole profumo di fiordaliso sotto il naso. Quel poco che resta è nelle mani della mousse e del tonico, e fine della faccenda.
  14. Come il padre della protagonista di “Il mio grosso grasso matrimonio greco” credeva nei benefici del Vetril, io credo nel Detergente delicato Biofficina Toscana (8,50€). Capelli grassi esclusi, si abbina con tutto. Al punto che non gli ho mai nemmeno messo la cannuccia-erogatore perchè lo travaso in mille mini-contenitori da spargere per docce, bagagli e poco ci manca che non lo utilizzi per profumare l’auto. Ecco, diciamo che non a tutti potrebbe piacere l’odore di anice/finocchio.
  15. Contorno occhi e crema. Il trattamento notte Verattiva di Specchiasol ha in comune con quello giorno giusto l’aloe in prima posizioni e l’assenza di profumazione. Per il resto, per fortuna, sono due creme completamente diverse e da quando le uso in accoppiata (facendo gli scongiuri) sto dicendo ciao alle mille imperfezioni che avevo raccolto d’estate.

Grande assente il siero, ma la pochette delle minitaglie inizia a scoppiare ed è ora che combatta la mia pigrizia scegliendo qualcosa da provare. E i vostri magnifici 15 quali sono?